ASI TV | Hubble, Spitzer e il mistero (risolto) dell'H2O
https://asitv.it/media/vod/v/2379/video/hubble-spitzer-e-il-mistero-risolto-dell-h2o


Atmosfere nebbiose e fosche che nascondono più acqua del previsto: è il panorama dei dieci pianeti extrasolari, tra gli oltre 2000 scoperti, descritto dai telescopi Hubble e Spitzer, la coppia internazionale di osservatori spaziali che ha raccolto dati sulle atmosfere di una manciata di mondi classificati come “gioviani caldi”, simil-terre dalle caratteristiche affini a quelle del quinto pianeta del nostro Sistema Solare. Questi mondi alieni sono piuttosto difficili da intercettare per via della loro vicinanza con le rispettive stelle madri che abbaglia la vista delle sonde. Dalle osservazioni precedentemente svolte con Hubble si presumeva che la loro atmosfera contenesse acqua solo in quantità limitata. Sommando ad esse le osservazioni di Spitzer, un gruppo di ricercatori ha realizzato il più grande catalogo spettroscopico mai composto relativo alle atmosfere di questi giganti gassosi extrasolari, scoprendo che l'H2O che manca all'appello in realtà è celata sotto forma di nubi e foschia e distinguendo gli esopianeti in due famiglie: quelli appunto nebbiosi e quelli senza nuvole. Puntati i riflettori su questi gioviani nel momento in cui erano in transito dinanzi alla propria stella, è stato possibile analizzare lo spettro di luce filtrata risalendo ai gas che compongono l'atmosfera e individuando le molecole dell'acqua scomparsa. Un'indagine a tutto tondo dei maxi mondi remoti che anticipa il lavoro svolto dal telescopio James Webb, l'indagatore ad infrarossi che a partire dal 2018 avrà il compito di gettare luce sui misteri alle propaggini dell'Universo


ASI Agenzia Spaziale Italiana, 2015