ASI TV | Mappata la culla delle stelle
https://asitv.it/media/vod/v/2704/video/mappata-la-culla-delle-stelle


Un viaggio virtuale nel lontano infrarosso alla scoperta delle nursery stellari attive nel cuore della Via Lattea: questo il risultato ottenuto con Hi-GAL, lo studio condotto da ASI e INAF legato alla comprensione delle dinamiche di formazione stellare, con cui è stata redatta la prima mappa dell'intero piano galattico a partire dai dati del satellite ESA Herschel. Collezionando le informazioni raccolte dall'osservatorio spaziale europeo, attivo tra il 2009 e il 2013, i ricercatori hanno prodotto una visione d'insieme delle regioni più fredde del cielo, quelle in cui avviene la gestazione di nuove generazioni di astri a temperature comprese tra i meno 230 e i meno 260 gradi. Il risultato? Una panoramica mozzafiato della zona interna – la più popolosa – della Via Lattea scandagliata alle lunghezze d'onda del lontano infrarosso, spettro di luce a cui ha operato Herschel in cui è possibile cogliere dettagli che i telescopi ottici, spaziali o terrestri, non sono in grado di notare. Sbirciando nel ventre delle nubi molecolari è stato possibile identificare emissioni più calde e dense – in bianco e blu – e più fredde - in rosso e arancio, per un viaggio lungo quanto la Via Lattea nella storia delle stelle. Identificando e catalogando infatti tutte le fasi di crescita delle star esordienti, dalle prime fasi di addensamento fino al debutto sul palcoscenico cosmico, Hi-GAL fornisce la prima vera anagrafe dell'infanzia della nostra galassia


ASI Agenzia Spaziale Italiana, 2015