ASI TV | Un buco nero da record
https://asitv.it/media/vod/v/2735/video/un-buco-nero-da-record


Supermassive black holes, cantavano i Muse nell’omonimo singolo uscito nel 2006. Esattamente dieci anni dopo arriva la sensazionale scoperta, pubblicata su Nature, di un buco nero supermassiccio nascosto in una regione inaspettata del nostro Universo. E come lui, potrebbero essercene molti altri: è quanto afferma un gruppo internazionale di astronomi, secondo cui questi colossali oggetti celesti sono forse più diffusi di quel che pensiamo. Quello appena scoperto ha una massa che contiene circa 17 miliardi di soli e si trova nella galassia chiamata NGC 1600, non lontana dalla nostra Via Lattea. L’ospite inatteso abita in una zona di relativo deserto cosmico, ed è questo il fatto davvero sorprendente: se trovare un buco nero supermassiccio in una regione dello spazio affollata è piuttosto prevedibile, decisamente meno comune è trovarlo nelle zone più sgombre dell’Universo. Il nuovo buco nero oversize, scoperto grazie ai dati raccolti da Hubble a dagli osservatori Gemini e McDonald, potrebbe essere quindi solo la punta di un iceberg: forse là fuori esistono altri buchi neri giganti.


ASI Agenzia Spaziale Italiana, 2015