ASI TV | Guida spaziale per viaggiatori interplanetari
https://asitv.it/media/vod/v/3090/video/guida-spaziale-per-viaggiatori-interplanetari


Estate, tempo di vacanze e di viaggi. E se tra le destinazioni offerte dai tour operator trovassimo anche il sistema solare? Ecco la prima guida spaziale per viaggiatori interplanetari. Una selezione di luoghi assolutamente da non perdere per gli amanti di destinazioni esotiche, ambienti estremi e mete ancora poco battute. La prima tappa di questo tour ideale potrebbe essere l'Olympus Mons, il monte olimpo di Marte. Con i suoi 22 km di altezza per 600 di diametro, è il più grande rilievo dell'intero sistema solare, e darebbe filo da torcere anche al più esperto scalatore. A seguire una visita al sistema delle Valles Marineris, la più vasta distesa di canyon del nostro sistema stellare: impossibile percorrerle tutte, visto che si estendono per 4000 km e le sue gole sono profonde fino a 7000 metri. Terminata la faticosa escursione sul pianeta rosso, il viaggio procederebbe verso Giove e il sorvolo dalla sua straordinaria atmosfera. Nessun pianeta ce l'ha cosi estesa e perturbata. La sua attrazione principale è la Grande Macchia Rossa, una gigantesca tempesta anticiclonica che imperversa sul pianeta da almeno 300 anni, così grande da contenere due o tre pianeti delle dimensioni della Terra. Immancabile poi un passaggio sopra ai poli per ammirare le perenni aurore gioviane. Per gli appassionati di immersioni consigliatissimo un salto sulla luna Europa, o meglio sotto la sua crosta di ghiaccio che si ritiene possa celare un oceano salato dove potrebbe essere sviluppata anche una qualche forma di vita. E poi rotta verso il sistema di saturno. Prima tappa gli anelli, una struttura composta da milioni di piccoli oggetti che si allunga per oltre 100.000 km rispetto al pianeta ma presenta uno spessore medio di appena 10 m. A seguire un salto tra i geyser della luna Encelado e un tuffo nei laghi di metano del maggiore dei satelliti saturniani, Titano. Il più grande è il Kraken Mare, più esteso del Mar Caspio ha anche un'isola, Mayda Insula. Se avete abbastanza tempo concedetevi una gita romantica fino a Plutone per ammirare la Sputnik Planitia, la brillante pianura di ghiaccio a forma di cuore. Tornando a casa non dimenticate di affacciarvi dal finestrino, rischiereste di perdervi la vista sempre straordinaria del nostro pianeta blu. E su cosa mettere in valigia, nello spazio il consiglio è: viaggiate leggeri. Fondamentali una giusta scorta di cibo e acqua e una buona tuta spaziale anti-radiazioni. Ma soprattutto non dimenticate taccuino e smartphone. Perché sarebbe certamente un viaggio da non dimenticare.


ASI Agenzia Spaziale Italiana, 2015