ASI TV | Meteoriti, occhio alla chimica
https://asitv.it/media/vod/v/3524/video/meteoriti-occhio-alla-chimica


Più di 460 milioni di anni fa, si verificò una violenta collisione nello Spazio: un oggetto colpì un asteroide, mandandolo in pezzi. Fu un evento spartiacque che generò molte delle meteoriti che ancora oggi cadono sulla Terra. Ma prima di quell’impatto che tipo di rocce colpivano il nostro pianeta? Se lo è chiesto un team internazionale di ricerca che ha analizzato le differenti composizioni chimiche delle rocce cadute prima e dopo questo evento, sia sotto forma di meteoriti che di micrometeoriti - minuscoli granelli di roccia di 2 mm di diametro - che gli scienziati hanno recuperato presso il fiume Lynna, nel nord-ovest della Russia. I campioni di roccia sono stati poi esaminati in laboratorio per ricavare e analizzare i cristalli di cromite, che rimangono invariati anche dopo centinaia di milioni di anni. I risultati dello studio hanno dimostrato che le meteoriti risalenti a prima del grande impatto erano molto diverse da quelle cadute dopo l’evento, e che ancora oggi colpiscono il pianeta. L'analisi ha infatti dimostrato che il 34 % delle meteoriti cadute oltre 460 milioni di anni fa, appartiene alla categoria delle acondriti primitive. Ad oggi solo lo 0,45% delle rocce che giungono sulla Terra sono di questo tipo.


ASI Agenzia Spaziale Italiana, 2015