ASI TV | L' usato sicuro di SpaceX
https://asitv.it/media/vod/v/3735/video/l-usato-sicuro-di-spacex


SpaceX ce l’ha fatta. La compagnia di Elon Musk è riuscita nell’impresa di lanciare un satellite con un vettore già utilizzato in precedenza, o per essere precisi, con una parte di esso. Il primo stadio del Falcon9, aveva infatti già volato nell’aprile dello scorso anno con a bordo la navicella Dragon. Il vettore è partito dalla rampa di lancio di Cape Canaveral ieri sera, quando in Italia era mezzanotte e mezza e ha portato in orbita il satellite per le comunicazioni SES-10. Appena nove minuti dopo il liftoff il razzo è atterrato sulla piattaforma robotica nell’Oceano Atlantico. Ma il Falcon 9 non è stato l’unica parte ad essere recuperata da SpaceX: Musk ha rivelato che anche la carenatura del payload che ha protetto SES-10 durante il lancio ha effettuato uno splashdown da manuale nell’Atlantico grazie ai paracadute orientabili e ai propulsori di bordo. Il doppio successo di Space X rappresenta una sfida interessante per il futuro dell’esplorazione spaziale, il riutilizzo di più parti di un razzo infatti contribuirebbe in misura maggiore all’abbattimento dei costi dei lanci, obiettivo principale dell’azienda di Musk, anche in vista di missioni verso Marte


ASI Agenzia Spaziale Italiana, 2015