ASI TV | Ritratto a infrarossi per Tritone
https://asitv.it/media/vod/v/5661/video/ritratto-a-infrarossi-per-tritone


Tritone come non l’avete mai visto grazie alle osservazioni del Gemini Telescope. Il telescopio cileno ha puntato i suoi occhi verso la luna di Nettuno e ha individuato la firma della luce a infrarossi prodotta quando il monossido di carbonio e le molecole di azoto si uniscono e vibrano all’unisono. Il fenomeno, è stato rilevato anche da New Horizon durante l’osservazione di Plutone e la conferma che esso è presente anche su Tritone è la prima prova spettroscopica diretta che ha come protagonisti i due composti ghiacciati in grado di assorbire questo tipo di luce. Tritone è il più grande satellite naturale di Nettuno e le sue temperature in superficie si aggirano intorno allo zero assoluto, così basse che i composti che troviamo sulla Terra sotto forma di gas, sono congelati. Secondo gli scienziati, l’unione dei due composti genera una miscela volatile che può trasportare materiale attraverso la superficie della luna tramite i geyser, già osservati da Voyager 2 nel suo passaggio ravvicinato, e può innescare i cambiamenti atmosferici stagionali individuati anche su altri mondi ghiacciati. La ricerca, è ancora alle fasi inziali ma gli scienziati si augurano che possa essere utile a scoprire le caratteristiche di altri mondi ghiacciati situati oltre l’orbita di Nettuno nella fascia di Kuiper.


ASI Agenzia Spaziale Italiana, 2015